testalino psi

Frequenza

Imparare all'università non significa solo apprendere dei contenuti e acquisire delle competenze. L'apprendimento ha una imprescindibile dimensione relazionale e sociale connessa al sentirsi parte di una comunità accademica, che vive grazie ai rapporti diretti tra docenti e studenti.
Per questo, pur garantendo un'organizzazione che tuteli al meglio la salute e la sicurezza di tutti, IUSTO intende riprendere nell'a.a. 2020/2021 l'erogazione delle attività formative (insegnamenti, laboratori ed esercitazioni) in presenza. Assicureremo perciò una quantità di lezioni presso la nostra sede che, in funzione dei diversi corsi, non sarà inferiore a una percentuale compresa tra il 60% e l'80%. Contemporaneamente proporremo una didattica innovativa in modalità mista e a distanza, valorizzando al meglio e mettendo a sistema quanto appreso da questi tempi di pandemia.

La frequenza alle attività accademiche è obbligatoria:

  • insegnamenti, seminari e laboratori: si richiede la frequenza ad almeno i 2/3 delle ore di lezione per l’ammissione all’esame di ogni singolo insegnamento/laboratorio. L’obbligo di frequenza può essere assolto anche con modalità sostitutive ed integrative autorizzate dal Docente, a condizione di aver partecipato ad almeno la metà delle lezioni.
  • tirocinio: si richiede la partecipazione al 100% del monte ore previsto per tirocinio curriculare svolto presso sedi convenzionate; per tirocini curriculari svolti internamente attraverso la partecipazione ad esperienze pratiche guidate, si richiede la partecipazione ad almeno l’80% delle ore previste.

Gli studenti che svolgono documentata attività lavorativa possono scegliere l’iscrizione con regime di studio per lavoratori, che consente l’assolvimento del previsto obbligo di frequenza degli insegnamenti secondo modalità alternative indicate dal Coordinamento. Per informazioni dettagliate consultare le sezioni frequenza specifiche per il corso di Baccalaureato e i corsi di Licenza.

Modalità di frequenza

Per i corsi della Laurea Triennale in Psicologia sono previste diverse formule orarie di erogazione delle lezioni, così da facilitare la frequenza obbligatoria delle attività didattiche: 

  • Frequenza settimanale: le lezioni si svolgono da lunedì a venerdì; alcune attività didattiche a scelta dello studente potranno svolgersi anche il sabato.
  • Frequenza weekend: le lezioni si svolgono il sabato e la domenica, per un totale di circa 26 weekend all'anno accademico; alcune attività didattiche a scelta dello studente potranno svolgersi anche in settimana; gli esami e altre attività didattiche (seminari, tutorato, tirocinio) si svolgono prevalentemente nei giorni feriali.
  • Frequenza mista: lo studente può scegliere di frequentare alcuni insegnamenti in settimana e altri nel weekend, fino ad un carico didattico annuale di massimo 60 CFU, previa autorizzazione del piano di studi individualizzato da parte del Coordinamento di Psicologia. 

Per i corsi delle Lauree Magistrali in Psicologia le lezioni si svolgono ordinariamente da lunedì a sabato. Anche per gli studenti lavoratori è obbligatoria la frequenza dei laboratori e delle esperienze pratiche guidate (con valenza di tirocinio curriculare); alcune di queste attività potranno essere programmate il sabato e la domenica. Le attività di tirocinio esterno e gli esami si svolgeranno prevalentemente nei giorni feriali.

I servizi accademici e formativi potranno essere erogati, in maniera complementare alle forme tradizionali della didattica in presenza, anche nelle diverse forme di didattica a distanza, attraverso l’utilizzo di strumenti tecnicamente adeguati e in grado di garantire una corretta protezione dei dati personali, in conformità alle previsioni del Regolamento UE 2016/679.