testalino master

Master Universitario di II Livello

Organizzato in collaborazione con ASSEA

Comitato tecnico scientifico: prof.ssa Clotilde Trinchero, prof. Lino Cavedon e prof. Andrea Pintonello

  Locandina 

Presentazione

Sono ormai numerose le evidenze scientifiche che dimostrano l’efficacia degli animali domestici nell’importante ruolo di mediatori nei processi terapeutico-riabilitativi ed educativi*. Intorno a questa evidenza si sono definiti protocolli di intervento in cui l’animale risulta il veicolo di maggior rilassatezza, stimolatore di reazioni positive o svolge il ruolo attivo di assistente per portatori di handicap fisici. L’impiego degli animali viene stabilito di volta in volta a seconda delle necessità e degli scopi che ci si prefigge da una équipe di esperti.

L'équipe è composta da diverse figure di professionisti: vi partecipano medici, psicologi, operatori sanitari, veterinari, etologi ed anche volontari. Gli animali possono essere utilizzati nella scuola, in case di cura, in ricoveri per anziani per risolvere situazioni di disagio o alla terapia vera e propria in cui l’animale funge da co-terapeuta. Gli interventi assistiti con gli animali, coinvolgendo soprattutto utenti appartenenti a categorie più deboli, quali malati, bambini, anziani, persone con disabilità, in disagio o marginalità sociale, devono essere improntati su rigorosi criteri scientifici e necessitano di una regolamentazione specifica volta a tutelate sia il paziente/utente che gli animali.

Gli IAA hanno valenza terapeutica, riabilitativa, educativa e ludico-ricreativa e comprendono tre ambiti di intervento: Terapie Assistite con gli Animali (TAA), Educazione Assistita con gli Animali (EAA) e Attività Assistite con gli Animali (AAA).
Il presente percorso didattico recepisce la letteratura internazionale sull’argomento e le linee guida di recente approvazione dello Stato Italiano, per formare figure professionali capaci di progettare e realizzare un programma di Interventi Assistiti con Animali (di seguito IAA).

* Accordo ai sensi degli articoli 2, comma 2, lett. b) e 4, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281; rep. Atti n°60/CSR, del 25 marzo 2015 l’Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sul documento recante “Linee guida nazionali per gli interventi assistiti con gli animali (IAA)”.