Ripartono i martedì culturali di IUSTO: presentazioni di libri, seminari e dibattiti.

Martedì ore 18.00 – 19.30. Pasquale Busso e Marco Barile, introduce il prof. Ezio Risatti, Preside di IUSTO. 

Ingresso gratuito. Torino - Piazza Conti di Rebaudengo 22. Aula Calonghi.

 

25 ottobre - SULLE ORME DI ATHENA (Libreria Universitaria, Collana IUSTO – Studi e Ricerche).

Aldo RIZZA docente di filosofia dell'Educazione (IUSTO); storico della filosofia; preside del Liceo Scientifico P. G. Frassati di Pianezza (Torino). 

Presentano il volume i professori: Giorgio Chiosso, docente emerito di pedagogia (Università degli Studi di Torino), Anna Maria Poggi, docente ordinario di diritto pubblico (Università degli Studi di Torino) e Redi Sante di Pol, docente ordinario di storia della pedagogia (Università degli Studi di Torino) e Presidente regionale FISM Piemonte.

8 novembre - WALL STREET E LA LEGGE MORALE, COME E PERCHÉ L’ECONOMIA NON PUÒ FARE A MENO DELL’ETICA (Lindau)

Giovanni PIAZZA, insegna Storia e Filosofia presso il liceo scientifico Baldessano-Roccati di Carmagnola ed è docente della Scuola Superiore di Counseling Filosofico di Torino.

Interviene Enrico Bertoni, direttore generale di Equiter e presidente di Casa di Zaccheo Onlus

22 novembre - IL DIALOGO CON L'ALTRO. NEL CUORE DELLA PSICOTERAPIA SISTEMICA DELLA PERSONA (Libreria Universitaria, Collana IUSTO – Studi e Ricerche).

Pasquale BUSSO, psicologo, psicoterapeuta, direttore di Eteropoiesi, scuola di Terapia Familiare Sistemica di Torino. Interviene Marco Barile, psicologo, psicoterapeuta, docente presso IUSTO e didatta presso Eteropoiesi.

Il Preside ci spiega perchè partecipare in modalità scherzosa:Cosa vuol dire?
Che un martedì ogni tanto (date e temi sul sito www.ius.to) al Rebaudengo, presso IUSTO – Istituto Universitario Salesiano Torino Rebaudengo, si fa cultura.Cos'è? Si mangia?
Sì, certo! “Le radici della cultura sono amare, ma i frutti sono dolci” (Aristotele).È un prodotto biologico?
No, è cerebrale. “A un certo punto non fu più la biologia a dominare il destino dell'uomo, ma il prodotto del suo cervello: la cultura” (James Clerk Maxwell).È pericolosa?
Molto. “Quando sento parlare di cultura metto mano alla pistola” (Joseph Goebbels).Dobbiamo scappare?
Non è il caso. “Trovo che la cultura italiana si sia sempre data la zappa sui piedi” (Renzo Arbore).C'è speranza?
Molta. “Non so quando, ma so che in tanti siamo venuti in questo secolo per sviluppare arti e scienze, porre i semi della nuova cultura che fiorirà, inattesa, improvvisa, proprio quando il potere si illuderà di avere vinto” (Giordano Bruno).Allora partecipo?
“Sì” (Ezio Risatti).
0
0
0
s2sdefault