Pagina in aggiornamento

La Comunità accademica delle IUS è il soggetto della missione, come la CEP in altri ambienti e opere salesiane. I suoi membri s'impegnano in maniera corresponsabile nell'elaborazione di una proposta educativa integrale per i giovani e agiscono con responsabilità di fronte ai bisogni e alle attese della società nella quale si trovano inseriti.
Elemento chiave della pedagogia salesiana, l'ambiente educativo è concepito come quello spazio ricco di stimoli e di rapporti di qualità tra le persone che fa circolare un insieme di valori che rendono possibile l'azione educativa pastorale. Questo, nella prassi educativa salesiana, comporta:

  • un ambiente di famiglia caratterizzato dall'accoglienza e dalla disponibilità per l'incontro personale;
  • il rapporto umano, nel quale sono evidenti il rispetto, la cordialità, e la disposizione al dia-logo;
  • il riflesso della pratica dei valori proposti (solidarietà, giustizia, libertà, uguaglianza, etc.) nella vita delle persone e nell'organizzazione dell'istituzione;
  • un ambiente ricco di proposte educative e di esperienze in grado di favorire la crescita delle persone;
  • la promozione e l'accompagnamento dell'associazionismo e la partecipazione attraverso diversi organi di rappresentanza;
  • il mettere a disposizione e distribuire spazi e strutture fisiche che favoriscano l'incontro, la comunicazione e il rapporto tra le persone.

Linee guida per la pastorale universitaria (approvate dal Consiglio di Istituto nella seduta di 8/10/15).

Don Enrico Stasi - Superiore dell’Ispettoria del Piemonte-Valle d'Aosta e Lituania, d’intesa con il Preside dell’Istituto Universitario, don Ezio Risatti, ha nominato a partire dall'anno Accademico 2015-2016: don Tito Mwamba come  Cappellano di IUSTO che coordina e rende operative le attività della Pastorale Universitaria.

L'équipe di pastorale universitaria ai sensi delle sue linee guida, viene coordinata dal Cappellano, d'intesa con il Preside.